Scultura, Architettura e Design

Diffusione culturale delle opere di Annamaria Scevola

annamaria scevola architetto
Annamaria Scevola è un architetto italiano, la cui fama ha varcato i confini nazionali grazie a numerosi lavori eseguiti per importanti committenti a livello internazionale. Il suo nome è spesso associato a progetti di design industriale e urbano: Annamaria Scevola è da sempre impegnata nella ricerca e nello sviluppo di nuove soluzioni di design nei suoi vari campi applicativi.




Grazie a un percorso formativo d’eccellenza e a importanti collaborazioni strette con altri nomi importanti dello scenario italiano ed estero, negli anni Annamaria Scevola è entrata in contatto con realtà molto diverse tra loro, che hanno contributo ad accrescere il suo know-how di competenze e di esperienze.
Nel 1993, inoltre, Annamaria Scevola ha deciso di aprire uno studio di architettura insieme ad altri due colleghi italiani. CLS è oggi una realtà affermata nel panorama italiano e internazionale e l’architetto Scevola è una delle punte di diamante di un team che conta diversi altri collaboratori.
L’esperienza e la passione di Annamaria Scevola per l’architettura e il design si ripercuotono in tutti i suoi lavori, in cui emerge chiara una precisa volontà di stupire senza strafare.
Le nuove dinamiche dell’architettura e le nuove frontiere della progettazione sono una sfida perenne per Annamaria Scevola, alla continua ricerca di soluzioni innovative per la progettazione industriale e residenziale. Dalla sua penna nascono ogni anno numerosi prospetti e bozze, commissionate da clienti in tutto il mondo.
In particolar modo, lei si occupa principalmente della progettazione di nuovi edifici residenziali, negozi e showroom ma non mancano gli interventi di recupero e di riqualificazione di strutture già esistenti a cui si desidera dare un nuovo volto.
Uno dei tratti distintivi del lavoro di Annamaria Scevola consiste nel dare una seconda opportunità agli edifici da ristrutturare senza disperdere la loro tipicità: la caratterizzazione originaria, infatti, non viene stravolta ma esaltata con l’aggiunta di nuovi elementi. Per avere un’idea del lavoro e dello stile di questo architetto, è sufficiente visitare la sede della CLS nel cuore di Milano, realizzata all’interno di un’antica chiesa barocca, dove gli affreschi e la pietra viva della struttura originale sono stati arricchiti con moderni elementi in acciaio e vetro.
Questo modus operandi, che mescola con successo modernità con antichità è presente in molti lavori di questo architetto.
Annamaria Scevola ha come obiettivo del suo lavoro la massima funzionalità degli ambienti: le sue opere sono scevre da inutili orpelli ma mirano all’essenzialità, che pone radici in elementi moderni di grande impatto estetico, efficacemente inseriti nel contesto specifico.
Tra i progetti più rappresentativi del suo stile e della sua storia lavorativa, c’è sicuramente la collaborazione con Michael Kors, stilista americano di fama mondiale, per il quale CLS e Annamaria Scevola hanno curato la realizzazione di 15 store in tutta Europa, Russia e Asia. Nei negozi emerge chiara e cristallina la strada percorsa dall’architetto milanese che punta tutto sull’essenzialità dei materiali da contestualizzare in ogni circostanza.

Oltre che dedicarsi alla progettazione, Annamaria Scevola è da sempre attratta dall’editoria, con la precisa volontà di trasmettere il suo sapere e la sua esperienza al prossimo. L’architetto, infatti, ha all’attivo diversi volumi, spesso realizzati a 4 mani altri illustri colleghi.
In particolar modo, le opere editoriali di Annamaria Scevola vertono principalmente sul design urbano e industriale, con un occhio di riguardo nei confronti della storia del design e dell’architettura moderna e contemporanea nella città che Annamaria Scevola vive nella quotidianità, Milano.
L’interior design è da sempre una delle più grandi passioni di Annamaria Scevola e nei suoi libri riversa in maniera decisa la sua propensione alla ricerca di nuove soluzioni che si adattino in maniera organica alla società che si evolve, tracciandone anche interessanti profili dal punto di vista storico e culturale.

Prodotto industriale italiano contemporaneo-Contemporary italian product design

“Contemporary italian product design” di Annamaria Scevola e Silvio San Pietro

Nelle opere di Annamaria Scevola, infatti, si percepisce il forte legame che la professionista vuole mantenere con la tradizione avendo però una prospettiva lungimirante di quello che vorrebbe essere il futuro. Il connubio tra questi due elementi è forse il segreto del successo di Annamaria Scevola, il cui nome è ormai strettamente legato ad alcuni dei più esclusivi e straordinari lavori di progettazione d’interni nelle location più esclusive del pianeta, da oriente a occidente.

Diffusione culturale delle opere di Annamaria Scevola *Articolo Sponsorizzato.




Se ti piace l'articolo condividilo sui social
Share on Facebook1Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0
Loading Facebook Comments ...
Loading Disqus Comments ...