Pittura e Disegno

Lee Price, pittura e “appetiti” censurati



“Non si è mai troppo magre né troppo ricche” affermava Coco Chanel. Nella sua taglia 38, intendeva dire che si dovesse tendere a magrezza e ricchezza? Il suo spirito acuto sottolineava, due degli obiettivi che le donne spesso non raggiungono… obiettivi che la pittrice Lee Price non vuole ottenere “censurando i sani appetiti… non solo quelli legati al cibo”.

Lee Price  dipinge quadri ad olio realistici che mostrano alcune donne mangiare dolci in ambienti intimi e privati. In realtà le donne ritratte sono ispirate a se stessa, sono quindi, nella maggior parte dei casi, degli autoritratti. Le sue opere affrontano le relazioni, a volte complicate, tra immagine corporea e cibo, dipendenza e desiderio smodato.

Lee Price - Self-Portrait in Tub With Ice Cream Cone,

Self-Portrait in Tub With Ice Cream Cone, 2007 (Oil on Linen)

Lee Price  ha detto: “In questa società, vi è molta pressione sulle donne per cercare di renderle magrissime, così si cerca di non farle avere appetito, non solo di cibo, ma di un sacco di altre cose, e penso .. che alcuni dei miei ultimi quadri sono di donne che fissano il pubblico come per dire, “non voglio censurare i miei appetiti” .

Lee Price - Emilie (Breakfast), 2009 Oil on Linen

Emilie (Breakfast), 2009
Oil on Linen

 

Asleep, 2008 Oil on Linen

Asleep, 2008
Oil on Linen

 

Full, 2007 Oil on Linen

Full, 2007
Oil on Linen

 

Self Portrait in Tub with Chinese Food, 2009 Oil on Linen

Self Portrait in Tub with Chinese Food, 2009
Oil on Linen

 

Lemon Meringue, 2010 Oil on Linen

Lemon Meringue, 2010
Oil on Linen

 

Blueberry Pancakes II, 2011 Oil on Linen

Blueberry Pancakes II, 2011
Oil on Linen

 

Grilled Cheese, 2010 Oil on Linen

Grilled Cheese, 2010
Oil on Linen

 

Refuge, 2009 Oil on Linen

Refuge, 2009
Oil on Linen




Se ti piace l'articolo condividilo sui social
Share on Facebook
Facebook
3Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Google+
Google+
0Share on LinkedIn
Linkedin
Loading Facebook Comments ...
Loading Disqus Comments ...