Società

Toro Seduto, il grande capo dei Sioux

Toro Seduto capo dei SiouxNella fotografia è ritratto Toro Seduto. Questa foto (come altri scatti) venne pagata 50 $, soldi che il grande capo indiano americano devolveva sempre ai poveri e ai senza tetto.



Il 15 dicembre 1890 moriva Toro Seduto, forse il capo indiano americano più celebre in assoluto.
Toro Seduto (1830-1890) nacque a Hunkpapas, lungo il Grande Fiume, nel Dakota. Negoziò, insieme ad altri capi, il Trattato di Fort Laramie, nel 1868, con il quale gli Stati Uniti si impegnavano ad abbandonare diversi forti e a rispettare l’area sacra delle Black Hills. Toro Seduto era noto come un grande guerriero e in tarda età divenne una guida spirituale.
Nel giugno 1876, eseguì la Danza del Sole per trentasei ore consecutive e al termine ebbe una visione secondo la quale le truppe del generale Custer sarebbero state sconfitte nella famosa battaglia di Little Bighorn, in cui il settimo cavalleria fu annientato. Egli disse della battaglia: “Non dite che fu un massacro. Vennero per ucciderci e invece furono loro ad essere uccisi”. Toro Seduto ebbe un vasto consenso da parte del suo popolo e rappresentò un ostacolo enorme per gli sforzi dei bianchi di assoggettare i Dakota (Sioux è un termine dispregiativo).

 


Nel 1883, anche se prigioniero, gli venne concesso di unirsi al famoso circo Barnum, dove diventò un’attrazione popolare del famoso Wild West Show, di Buffalo Bill. Insieme a Buffalo Bill, Toro Seduto viaggiò molto sia in America che in Europa (anche in Italia) ed ebbe l’occasione di visitare le più grandi città americane ed europee; guadagnò approssimativamente $ 50 alla settimana esibendosi in cavalcate nell’arena oppure spesso tenendo un semplice discorso nella sua lingua nativa. Il pubblico credeva che Toro Seduto parlasse di sé e del suo popolo durante i suoi discorsi, ma non sapeva che il capo indiano, in realtà, gli rivolgeva maledizioni e improperi durante lo show, incitando il pubblico stesso ad istruire i giovani nel perfezionare le relazioni tra bianchi e nativi americani; non essendo compreso, il suo discorso veniva seguito da un forte applauso.
Il governo statunitense approfittò dell’assenza di Toro Seduto per completare ed inaugurare la ferrovia di Wall Street del Pacifico Settentrionale, nel 1884.
Toro Seduto stette con il circo Barnum solo per quattro mesi, dopodiché ritornò nella sua tribù del Dakota del Sud. In quel periodo era divenuto una celebrità, firmando molti autografi e donando i soldi che riceveva ai senzatetto ed ai mendicanti.
Dopo varie vicissitudini, che videro progressivamente ridursi le concessioni ottenute con anni di lotte, Toro Seduto fu assassinato con un colpo alla testa, mentre 43 poliziotti indiani rinnegati cercavano di arrestarlo, nel dicembre 1890, pochi giorni prima del massacro di Wounded Knee.

  • Citazioni famose:
    Tra le altre cose Toro Seduto disse: “Quando avranno inquinato l’ultimo fiume, abbattuto l’ultimo albero, preso l’ultimo bisonte, pescato l’ultimo pesce, solo allora si accorgeranno di non poter mangiare il denaro accumulato nelle loro banche“.



Se ti piace l'articolo condividilo sui social
Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0
Loading Facebook Comments ...
Loading Disqus Comments ...