Pittura e Disegno

Steve Cutts e la triste ma veritiera illustrazione del mondo moderno

Steve Cutts

Il mondo non è mai stato sull’orlo dell’abisso come in questi anni? La tecnologia è un modo per renderci la vita facile o ci rende succubi e privi di personalità? Facciamo tutti le stesse cose? Siamo schiavi di convenzioni, del lavoro, della voglia di far soldi a tutti i costi? C’è un modo per dire basta e salvare l’umanità dalla sua stessa follia?


Se queste domande le rivolgessimo a Steve Cutts, a guardare le sue illustrazioni e animazioni, non ci aspetteremmo risposte confortanti. Il mondo è disegnato da una prospettiva che non può essere definita ottimistica, anzi.
Steve Cutts è un illustratore e animatore che lavora a Londra. Ha già trascorso diversi anni come illustratore a Londra presso l’agenzia creativa Glueisobar, lavorando su progetti digitali per una vasta gamma di clienti. Nel 2012 ha lasciato Glueisobar e da allora lavora come freelance. I suoi progetti sono stati presentati su vari canali televisivi in tutto il mondo. Ciò lo ha reso ben presto molto noto anche al grande pubblico.

In una recente intervista l’illustratore afferma: “Molti dei miei lavori parlano della involuzione della nostra società. Di come si possa interagire con il nostro ambiente, distruggendolo. Ciò ha molto a che fare con la bolla consumistica che attualmente viviamo.” Ed ancora: “Mi piace fare le animazioni sulla vita e la società in generale, così si ottiene un messaggio e una morale nella maggior parte di esse. La follia generale dell’umanità è una pentola quasi infinita di ispirazione! “.

Steve Cutts crea video e immagini che criticano la follia della vita moderna e, purtroppo, a guardarsi in giro, non mancano spunti per alimentare l’ispirazione dell’artista.

Steve Cutts

Steve Cutts

Steve Cutts

Steve Cutts

Steve Cutts

Steve Cutts

Steve Cutts

Steve Cutts

Steve Cutts

Steve Cutts

Steve Cutts

Steve Cutts

Steve Cutts

Steve Cutts

Steve Cutts

Steve Cutts

Qui una delle animazioni, intitolata MAN:

Loading Facebook Comments ...
Loading Disqus Comments ...